Come creare la scheda Google My Business per la tua attività

Home > Blog > Come creare la scheda Google My Business per la tua attività

Come creare la scheda Google My Business per la tua attività

Dopo aver parlato nelle scorse settimane di cosa è Google My Business e perché devi approfittare di questo fantastico strumento gratuito, in questo articolo ti spieghiamo nel dettaglio come creare la tua scheda My Business arricchendola con tutte le informazioni necessarie.
Nel prossimo articolo, invece, approfondiremo le strategie di posizionamento della tua scheda per superare la concorrenza a livello local, anche su Google Maps.

Senza indugiare ulteriormente, vediamo insieme passo dopo passo come si crea una scheda Google My Business.

Creare la scheda My Business: primi passi

Per creare la scheda di una tua attività, o di una attività che gestisci, per prima cosa occorre effettuare l’accesso ad un account Google valido.
Puoi farlo direttamente dal sito ufficiale dedicato a Google My Business, premendo “Accedi” in alto a destra.

Una volta effettuato l’accesso, possiamo procedere inserendo il dato principale: Google infatti ci chiederà “Qual è il nome della tua attività commerciale?“:

 

Inserimento attività su My Business

Accettando le condizioni di servizio ed andando avanti, potremo inserire l’indirizzo completo dell’azienda che desideriamo inserire su My Business. Una volta inviati i dati richiesti, è possibile che ti venga richiesto se l’attività che hai inserito corrisponda ad un’altra che si trova allo stesso indirizzo. Scegliendo “Questa non corrisponde“, indicheremo a Google che l’attività che stiamo inserendo non è ancora presente nel suo archivio e che deve crearne una nuova.

Attenzione: se invece esiste già la vostra attività perché creata automaticamente dagli utenti Google, potrai reclamarla in pochi passi. Google stesso ti chiederà infatti “Sei il proprietario di questa attività?“.

Proseguiamo ancora e andiamo ad inserire la categoria in cui rientra la nostra attività, il contatto telefonico ed il sito web (se presenti, anche se qualsiasi attività dovrebbe sempre avere entrambi!). Nell’ultima schermata, Google ci informa di tutte le potenzialità che la nostra scheda avrà una volta che l’avremo fatta verificare.

Come far verificare la scheda My Business

Naturalmente chiunque può aprire una scheda My Business anche senza essere il proprietario dell’attività in questione: per questo motivo, Google ci chiederà la verifica dell’attività appena inserita.

Scheda non verificata

Finché non procederemo col verificare la proprietà, la nostra scheda sarà dunque invisibile a chiunque, tranne che a noi stessi.

Premiamo il pulsante “Verifica Ora” e verremo indirizzati in una nuova pagina, dove vedremo i vari metodi di verifica che Google ci mette a disposizione.
Quasi sempre l’unico metodo di verifica che vedremo è la spedizione della cartolina postale con codice di verifica; talvolta tuttavia è possibile effettuare la verifica attraverso una telefonata in tempo reale, la ricezione di un’email o ancora la verifica immediata per siti già collegati alla Search Console col medesimo account Google.
Se l’unica opzione che visualizzi è la verifica mediante cartolina postale, nessun problema: entro qualche giorno la riceverai e potrai inserire il tuo codice di verifica tornando su My Business e cliccando su “Inserisci codice” in alto a destra.

L’attività a questo punto è verificata e finalmente apparirà fra i risultati delle ricerche!

Completare la scheda My Business con tutte le informazioni

Sia che tu abbia verificato la proprietà e sia che invece tu stia ancora aspettando la cartolina, potrai a questo punto completare i dati della tua attività arricchendola con tutto ciò che può essere importante per i tuoi potenziali clienti: orari di apertura, categorie di appartenenza, contatti (se non ancora inseriti), fotografie della tua attività, loghi, video ed altre informazioni utili. Ad esempio, se hai una attività commerciale puoi indicare se disponi di un parcheggio, se possiedi una rampa di accesso alle persone disabili, se accetti pagamenti con carta di credito e tanto altro.

Per farlo, recati nella dashboard My Business a te dedicata.

Tutte queste informazioni saranno poi utili a chi cercherà su Google attività simili alla tua e si imbatterà nella tua scheda My Business, quindi fai attenzione a compilare tutti i campi richiesti in maniera corretta ed esaustiva! 🙂

Dashboard Google My Business

La Dashboard di Google My Business

È fatta! …Ma non è finita qui

A questo punto la tua scheda My Business è completa e potrà iniziare ad attirare l’attenzione di potenziali nuovi clienti. Potrai seguire l’andamento dell’efficacia della tua scheda attraverso le Statistiche consultabili nella tua Dashboard. Collegando anche Google Analytics, poi, potrai visualizzare anche le statistiche del tuo sito e monitorare le recensioni ricevute dai tuoi clienti.

Non commettere l’errore di pensare che sia finita qui e che ora potrai tranquillamente dimenticarti di questo prezioso strumento!
La scheda My Business va seguita ed aggiornata periodicamente se desideri mantenerne costante o migliorarne l’efficacia.
Inoltre, non dimenticare che chiunque può suggerire una modifica della tua scheda a Google: se non controllerai periodicamente l’esattezza dei dati, puoi rischiare che qualcuno cambi i tuoi recapiti e che quindi nessuno ti trovi più!

Infine, le schede My Business, così come i siti internet, sono soggetti a diversi criteri di posizionamento.

 


Ti piacerebbe far comparire la scheda della tua attività prima dei tuoi competitor?

Allora prosegui la lettura col prossimo articolo: Local SEO con Google My Business: come posizionarsi al di sopra dei tuoi competitor

Se invece hai bisogno della nostra assistenza per la creazione della scheda My Business della tua attività, contattaci!

2018-04-23T17:31:53+00:00 22 febbraio 2018|Categories: Web Marketing|Tags: |