iCrash nasce nel 2012 a Monselice dalla passione dei suoi due fondatori per la tecnologia e, in particolare, per la riparazione di smartphone e tablet.

L’idea vincente fu quella di realizzare un sito online in cui le persone potevano richiedere una riparazione in appena 3 clic, facendo in modo che ogni operazione avvenisse attraverso il web. In seguito è stato aperto anche uno store fisico e col tempo iCrash ha avuto sempre più successo diventando un franchising.

Negli anni, noi di Jweb Studio abbiamo supportato l’attività online in svariati ambiti: manutenzione del sito, posizionamento SEO, blog, social, consulenza e molto altro.

Nel 2020, con l’occasione del cambio sede dello store (nonché sede principale) di Monselice, abbiamo deciso di fare un restyling completo del sito web, così da velocizzarlo, implementarlo e conferire un aspetto totalmente rinnovato e moderno.

 Le fasi del progetto realizzato per iCrash

Il lavoro si è svolto mediante tre fasi principali, è stata necessaria innanzitutto un’attenta analisi e pianificazione iniziale al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati per il sito di iCrash.

 

Analisi ed obiettivi

L’obbiettivo che ci siamo posti è stato quello di “modernizzare” il vecchio sito, eseguendo un restyling grafico ed aggiornandolo.

Il sito precedente era stato sviluppato con una tecnologia ad oggi oramai obsoleta, che permetteva poche personalizzazioni soprattutto per quanto riguardava le funzionalità.

Per iCrash, ad esempio, era fondamentale inserire in maniera costante ed autonoma le nuove riparazioni per i device: questa azione risultava però molto artificiosa. Inoltre, il blog del sito si trovava su un terzo livello, e questo certamente non agevolava il posizionamento globale del marchio sul web.

Al fine di eliminare tutte queste limitazioni, abbiamo voluto sviluppare una nuova piattaforma che fosse più facilmente gestibile e che permettesse di customizzare qualsiasi sezione in maniera smart ed intuitiva.

 

Sviluppo del progetto

La fase di sviluppo è stata complessa, ma altamente stimolante.

Le funzionalità studiate per il nuovo sito dovevano rimanere le stesse di quello vecchio, come ad esempio la possibilità per gli utenti di richiedere le riparazioni direttamente nel sito in base ai modelli dei dispositivi.

Proprio la “modernizzazione” di quest’ultima fase ci ha obbligati o concentrare la nostra attenzione sull’usabilità e sulla user experience, rendendo semplice ed intuitiva l’interazione con il sito da parte dell’utente.

Se nel vecchio sito la richiesta di riparazione veniva svolta in più pagine, nel nuovo sito essa si svolge interamente in un’unica pagina, riducendo notevolmente i tempi di caricamento.

Il progetto del nuovo sito prevedeva inoltre lo sviluppo di una nuova sezione, quella dedicata ai “Ricondizionati”: nella vecchia piattaforma questa era una semplice pagina informativa con la presentazione di alcuni device ricondizionati.

Ora i ricondizionati ricoprono un ruolo centrale nel sito attraverso uno spazio interamente dedicato.

Per concludere abbiamo predisposto il tutto affinché iCrash possa svolgere in autonomia (tramite pannello di amministrazione) le operazioni di inserimento e modifica dei device ricondizionati.

 

Il risultato

Una volta ultimato a livello di grafica e contenuti, il sito è stato ottimizzato anche a livello di performance e SEO: elementi fondamentali al giorno d’oggi nel Web.

In seguito alla pubblicazione del sito abbiamo fornito supporto al cliente mediante una breve formazione che lo aiutasse a procedere correttamente nell’inserimento e modifica delle pagine.

Grazie agli interventi svolti sentiamo di aver raggiunto tutti gli obbiettivi che ci eravamo prefissati inizialmente.

Ora iCrash è pienamente autonomo nella gestione del sito, mentre noi proseguiamo nella stesura di articoli per i blog, monitoriamo le performance e lavoriamo al continuo miglioramento del posizionamento sui motori di ricerca.

 

 


 

Cerchi qualcuno che realizzi e gestisca in maniera professionale il sito web della tua azienda?

 

Contattaci per un preventivo gratuito