fbpx

Facebook modifica il suo algoritmo: cosa cambia per le pagine aziendali

/, Social Media Marketing/Facebook modifica il suo algoritmo: cosa cambia per le pagine aziendali

C’è stato un tempo in cui Facebook era dedicato interamente all’interazione con i propri conoscenti.
Poi sono arrivate le pagine, e tutto è cambiato.

Ora quando si entra su Facebook si viene subito sommersi da post sponsorizzati o provenienti da pagine di cui siamo sì fan, ma che probabilmente scorreremo senza pensarci due volte. Questo si tramuta, manco a dirlo, in meno interazioni: meno like, meno commenti.
Cosa comporta ciò per Facebook? Semplice: un sempre più ampio fenomeno di abbandono verso lidi più in linea con i propri interessi.

Probabilmente è proprio questo che ha spinto il colosso di Mark Zuckerberg a correre ai ripari.

La modifica all’algoritmo

È di qualche giorno fa infatti la notizia ufficiale secondo la quale il nostro News Feed cambierà nel corso delle prossime settimane: meno post di pagine e più video, foto e status dei nostri amici e conoscenti, ovvero tutti i contenuti ai quali siamo potenzialmente più interessati. Largo spazio all’interazione, quindi, anche a discapito del tempo di permanenza medio su Facebook, incentivato dalla visualizzazione dei video, dalla lettura degli articoli integrati e da tutti i contenuti quotidianamente postati dalle nostre pagine preferite.

Cosa cambia per le pagine aziendali

Prima di creare allarmismi, è opportuno segnalare che Facebook continuerà a premiare tutti quei contenuti che sapranno interessare il pubblico, ovvero quelli che genereranno maggiori interazioni oltre il like al post. Per tutti gli altri, invece, si prospettano tempi molto grigi: i loro contenuti finiranno ben presto nell’oblio e, per di più, parallelamente si alzeranno i costi dell’advertising su Facebook.

Il nostro consiglio? Affidarsi ad una web agency specializzata in social media marketing per elaborare una strategia vincente sul noto social network.

Meno spot, più comunicazione

Stando alle ultime modifiche, dunque, la strada da percorrere per tenersi sempre stretto il proprio pubblico e la propria visibilità, è solo una: imparare a creare contenuti interessanti che spronino al dialogo, ritrovando quello che era l’intento originario di Facebook, ovvero creare connessioni e spunti di conversazione.
Benvenuti nella nuova piazza sociale, dunque.